Give your dog a bone!: la dieta a crudo (BARF)

La prima delle conferenze che abbiamo deciso di organizzare dal titolo “Give your dog a bone!: la dieta a crudo (BARF)” si è svolta martedì 3 dicembre 2013 presso il CDD del comune di Monza in via Silva 36/b, la sede dei nostri corsi, e ha trattato un tema di grande attualità: l’alimentazione naturale del cane. Abbiamo colto l’occasione per passare in rassegna i diversi modelli alimentari “a crudo” e per ricordare i personaggi che hanno attivamente contribuito alla loro diffusione a livello mondiale: Juliette de Baïracli Levy (di cui ricordiamo i testi Medicinal Herbs: their use in Canine Ailments, Puppy Rearing byNatural Methods, The Cure for Canine Distemper, The Complete Herbal Handbook for the Dog and Cat), Tom Lonsdale (Raw Meaty Bones), Ian Billinghurst (Give your Dog A Bonee Grow Your Pup with Bone) per citarne alcuni. Di questi modelli la dieta BARF ,quella più conosciuta e diffusa, è solo un marginale esempio. Lo scopo della conferenza è stato quello di “convincere” gli uditori che il cane è a tutti gli effetti un carnivoro o più precisamente un carnivoro opportunista, e come tale può mantenere uno stato ottimale di salute anche se nutrito esclusivamente con carne. Quindi, dopo un rapidissimo accenno ad alcune caratteristiche anatomiche e fisiologiche dell’animale, abbiamo deciso di affrontare i dubbi più comuni e le contestazioni tipiche che vengono fatte a questo tipo di alimentazione: la presunta pericolosità delle ossa, la credenza che la carne cruda stimoli l’aggressività del cane, il timore che l’alimentazione a crudo sia poco igienica e responsabile di malattie e parassitosi. Un’alimentazione biologicamente appropriata, ovvero nel rispetto della evoluzione filogenetica del cane domestico (canis lupusfamiliaris), non può che apportare benefici ai nostri amici a quattro zampe, a patto che sia impostata con buonsenso. E’ infatti fondamentale che gli alimenti siano di buona qualità e che le fonti di nutrimenti siano diverse. Al fine di non incappare i errori grossolani è quindisempre consigliabile confrontarsi con veterinari o esperti di nutrizione che sostengono questo tipo di alimentazione.

In conclusione vi citiamo altri autori e riferimenti bibliografici interessanti riguardo al tematrattato: Richard Pitcairn (Dr. Pitcairn’s Complete Guide to Natural Health for Dogs & Cats), Kymythy Schultze (Natural Nutrition for Dogs and Cats: The Ultimate Diet) eMogens Eliasen (The wolf’s natural diet: a feeding guide for your dog?, Raw food for dogs – the ultimate reference for dog owners).