Consulenza

Educazione cinofila

Oggi più che mai è importante educare il nostro cane perchè il nuovo tipo di società in cui viviamo, la nostra società urbana, ha modificato radicalmente il nostro e il loro stile di vita. Infatti, i nostri amici, in qualità di animali fortemente sociali, sono sicuramente molto felici di vivere in appartamento sempre a contatto con noi, ma sono costretti ad adattarsi ai nostri ritmi e ai nostri luoghi di vita. Poichè il rapporto con il cane non è intuitivo, spesso commettiamo degli errori nella relazione con lui che possono portare a situazioni di convivenza difficile.

Ecco perchè è importante educare il cucciolo intervenendo già all’età di due mesi dandogli il giusto indirizzo di sviluppo, arricchendo le sue conoscenze e le sue esperienze per ben inserirlo nel mondo in cui vive.

L’educazione di base è comunque possibile a qualsiasi età del cane anche se, come per la nostra specie, il periodo più proficuo è l’età evolutiva, ovvero, nel cane fino ai due anni circa, quando in media raggiunge la maturità sociale.

Gli obiettivi dell’ educazione di base sono aumentare le sue conoscenze, sviluppare le sue doti, migliorare le sue capacità di relazione, fornirgli l’opportunità di intraprendere nuove esperienze, proporgli attività interessanti insieme a noi per aumentare la sua collaboratività.

Tutto ciò è possibile attraverso la sua formazione ma anche quella del suo proprietario che dovrà rappresentare per lui la “base sicura” per tutta la vita.

Cosa faremo quindi in concreto? Lo faremo giocare, e giocando imparerà, inizierà a seguirci e ad andare al guinzaglio senza tirare, a stare bene con gli altri cani e le altre persone socializzando, a comunicare, a “sporcare” nel luogo giusto, a regolare il suo desiderio di mordere e distruggere oggetti, a stare a casa da solo, ad assaporare il gusto della libertà e a tornare al richiamo.

 

Consulenza riabilitativa

Il cane è un animale straordinario, ha un’ eccezionale capacità di adattamento alle situazioni e all’ambiente in cui vive. E’ stata proprio questa sua peculiarità a permettergli per millenni di condividere la vita con l’uomo. Tuttavia ciò che oggi chiediamo ai nostri cani è di stare in un contesto sociale assai complesso e difficile per loro. Rimanere per ore a casa da soli, non aver la possibilità di incontrare altri cani, sono solo alcuni esempi di condizioni che implementano, in molti soggetti, una serie di comportamenti scorretti che portano a situazioni problematiche spesso inaccettabili per noi.

Ansia, paure, comportamenti aggressivi, distruttività ne sono la diretta dimostrazione.

La figura dell’istruttore – consulente riabilitativo interviene sviluppando le potenzialità del sistema famiglia, orientando e facendo leva sulla relazione per riportare il contesto in un sano equilibrio

 

Zooantropologia urbana

Gli UDA sono degli ottimi servizi forniti al cittadino e soprattutto un ottimo mezzo di salvaguardia dei diritti degli animali. L’associazione Spaziopernoi offre le sue competenze per progettare e attuare l’Ufficio Diritti Animali cittadino, attraverso l’organizzazione di eventi, conferenze, manifestazioni, percorsi didattici, avvalendosi della collaborazione con le diverse associazioni animaliste e protezioniste.

Di seguito alcune attività che possono essere interessanti sia per le amministrazioni sia per i cittadini:

  • Informazione, consulenza e sensibilizzazione alla cittadinanza sui temi legati al benessere animale
  • Raccolta delle istanze presentate dai cittadini e dalle associazioni presenti sul territorio interessate alla tutela degli animali
  • Censimento delle colonie feline e relativi interventi di cura e sterilizzazione
  • Banca dati persi e trovati
  • Predisposizione ed elaborazione dei progetti di tutela e salvaguardia delle popolazioni animali presenti sul territorio
  • Divulgazione alla cittadinanza, ed in particolare ai possessori di animali, di informazioni e disposizioni amministrative riguardo le corrette norme di disciplina e detenzione degli animali
  • Incentivazione all’adozione dei cani presenti presso il canile convenzionato
  • Tenuta ed aggiornamento dell’anagrafe canina
  • Controlli ed interventi sul territorio in relazione al benessere animale in collaborazione con la Polizia Locale

 

Classi di socializzazione

Attraverso le competenze di socializzazione un animale sociale è in grado di conoscere, interpretare e interagire con la realtà che lo circonda.

Attraverso la guida degli istruttori ed educatori di Spaziopernoi le coppie cane-proprietario avranno la possibilità di strutturare delle modalità di socializzazione corretta, in un ambiente protetto e con il coinvolgimento di persone e cani con esperienza adeguata, imparando ad osservare e a comprendere le diverse situazioni, impadronendosi di un bagaglio esperienziale che possa essergli utile nelle evenienze che incontreranno lunga tutta la vita.

E’ dunque particolarmente importante che il cucciolo abbia la possibilità di socializzare coi suoi conspecifici -gli altri cani- (socializzazione primaria) e con gli etero specifici – soggetti appartenenti ad altre specie tra qui l’uomo e gli accadimenti esterni -rumori, cose, situazioni- (socializzazione secondaria). In particolare la socializzazione secondaria deve essere approfondita e prolungata per tutta la durata della vita.

Socializzare però non significa essere esposti alle evenienze, ma avere la possibilità di elaborare comportamenti adeguati che potranno poi essere rimessi in atto in situazioni simili: quindi le attività di socializzazione devono essere attentamente strutturate, per evitare traumi e dinamiche stressanti. La socializzazione dei cuccioli può essere attuata anche dai proprietari nel parco, ma soltanto se saranno consapevoli della necessità di comprendere i segnali di comunicazione fra cani e saranno quindi in grado di proteggere adeguatamente il loro cucciolo, interrompendo le interazioni prima che possano causare più danni che benefici. Il proprietario infatti dovrà sempre considerare lo stato emotivo del suo cane, in quanto solo le emozioni positive favoriscono l’apprendimento e permettono l’elicitazione di un comportamento appreso.